come scrivere una tesi di laurea

Vuoi un aiuto gratuito immediato per la tua tesi di laurea?

Collegati subito al sito : http://www.tesi--laurea.it/richiesta-di-supporto-per-tesi-di-laurea//

come scrivere una tesi di laurea.
Video Rating: 0 / 5




Scrivi nel box l'argomento o il titolo che ti interessa e clicca su "trova libri" per trovare i libri più interessanti ed attuali a riguardo !

Calcola il preventivo scontato al miglior prezzo per la tua tesi di laurea in soli 3 step!

Clicca subito qui : http://www.tesi--laurea.it/preventivo-tesi/

You can leave a response, or trackback from your own site.

98 Responses to “come scrivere una tesi di laurea”

  1. Nicole scrive:

    Vorrei alcune informazioni sulla realizzazione della mia tesi (anche volgarmente materialistiche) . Ad esempio: quando la scrivo, devo riportare in fondo alla pagina la fonte dalla quale ho tratto quella frase (tipo il nome del libro, o il nome di una persona in particolare)? Mi dareste altre info utili su questo genere?

    Se, come nel mio caso, volessi parlare delle strategie di marketing e della storia di un determinato marchio, e non trovassi libri a riguardo (che parlano di questo marchio in particolare), come potrei reperire queste informazioni? (tenete conto, che per una serie di motivi, non potrei andare fisicamente in uno store o in un esercizio di questo determinato marchio). Cioè: basterebbe solo cercare qualcosa sul web o ci vorrebbe qualcosa di “ufficiale” (come un libro o un articolo di giornale)?

    Nella tesi devo anche dare un mio personale parere sulle strategie di marketing di questo determinato marchio, o devo solo limitarmi a descriverne le strategie e la storia?

    Secondo voi (e scusate l’ignoranza della domanda), almeno quante pagine deve avere una buona tesi di laurea? più o meno di 100?

    No perditempo e cazzoni. Vorrei risposte da gente che ha dovuto affrontare questi miei stessi dilemmi.

    Grazie a chi mi vorrà aiutare VERAMENTE.

  2. Alessio scrive:

    devo scrivere una lettera nella quaòe presento la mia ditta di pulizie e manuntenzioni condominiali a uno studio amministativo nella quale chiedo se hanno bisogno di servizi e poi nn so ks si deve scrive e come??
    mi dite voi con delle frasi che mi facciano rendere piu’ interessanti? vi prego…….e URGENTE!!

  3. Stefano scrive:

    Io personalmente venderei l’anima per andare a vedere il mitico concerto dei Metallica tenutosi a Seattle nel 1989, seguito da San Diego del 91 e al concerto dei Megadeth ad Essen dell 88 :Q___

    Se solo si potesse…Però mi consolo col fatto che andrò al Big 4 a Luglio e che ESATTAMENTE UN ANNO FA (4 giugno 2010) in questo momento mi stavo godendo uno degli assoli di Mustaine al Palacisalfa di Roma ç__ç E invece mi ritrovo a scrivere una stupida domanda su yahuuu!

    Ho finito anche la prima parte della mia tesina!
    Dunque linkate una canzone che parli dell’argomento della vostra tesina/tesi di laurea o del vostro lavoro!

    Buon wikend a tutti!!!!

  4. Simona scrive:

    L’anno scorso ho sentito la storia di un giovane matematico tedesco di fine 1800 (credo) che nella sua tesi di laurea ha dimostrato l’imperfezione del sistema matematico e l’impossibilità di farlo derivare dalla logica, il suo esaminatore (uno dei più grandi matematici del tempo e il più grande ricercatore nel senso di far derivare la matematica dalla logica) da quel giorno ha smesso di applicarsi alle scienze, si è trasferito in america ed ha cominciato a scrivere romanzi diventando premio nobel x la letteratura…

    qualcuno sa dirmi il nome del giovane genio?

    plz è importante!

  5. Angelo scrive:

    Quest’anno finisco il secondo anno e il prossimo mi dovrei laureare (se tutto va bene).
    Quindi vorrei sapere: quanto tempo si impiega per fare la tesi? Cioè io non so proprio come funziona la cosa (ovviamente lo chiederò in facoltà ma intanto lo chiedo a voi…per avere un’idea generale)…
    Uno può scegliere un argomento a caso..poi va da un prof e chiede che cosa???????
    Quando mi conviene iniziare?

    Graziee
    Studio Psicologia a Padova

  6. Eleonora scrive:

    Ciao a tutti, devo fare l’indice per la tesi triennale. La prof mi ha detto che basta mettere un’impostazione semplice: introduzione, capitolo 1, capitolo 2 e conclusioni.
    Qualcuno mi sa dire quali sono i programmi e le impostazioni più adatte per farlo?
    Anche per il frontespizio, qualcuno ha dei consigli? SOno di lingue, però sul sito non trovo nessun modello…

  7. Marta scrive:

    avevo sentito che anche la chiesa riconosceva questa possibilità ma non ricordo bene. la chiesa considera ancora oggi Marco, Luca, Matteo e Giovanni i redattori dei Vangeli? o riconosce che forse gli autori degli stessi non hanno visto Gesù o comunque non sono stati suoi apostoli?
    Memo, grazie per la risposta. non parlo però di scrittori sensazionalistici ma di molti studiosi, come si legge anche su wikipedia, ma non solo, è ormai abbastanza noto e sostenuto anche dal Prof. Pesce, docente di storia del Cristianesimo, in uno dei libri di Augias.
    non dico poi che gli storici non possano sbagliare ma che è linea diffusa oggi.
    non dico poi che gli storici non possano sbagliare ma che è linea diffusa oggi.
    Pietrarovente, lo dicono gli storici, la domanda è se, per quanto gli studiosi possano sbagliare, la chiesa accetta la loro linea o sostiene la tradizione.

  8. Domenico scrive:

    Allora nelle note a piè di pagina per indicare per la prima volta il libro da cui ho attinto ho messo cfr., cognome dell’autore, titolo ecc. Se poi nelle note successive devo citare lo stesso libro non uso più Cfr.? voglio dire, il cfr si usa solo la prima volta? e poi le altre volte uso ivi, ibidem?
    ma cfr si usa quando rielaboro giusto? se ho citato nella tesi con le virgolette, nella nota non uso Cfr ma scrivo direttamente U.ECO, titolo in corsivo ecc? però quello che voglio sapere è:
    – se ho rielaborato un concetto che ho trovato in un libro, scrivo nella nota: Cfr.: U.Eco ecc. Se nella pagina successiva sto rielaborando(non citando) un altro concetto dello stesso autore e dello stesso libro metto nella nota Cfr.?
    ma cfr si usa quando rielaboro giusto? se ho citato nella tesi con le virgolette, nella nota non uso Cfr ma scrivo direttamente U.ECO, titolo in corsivo ecc.
    però quello che voglio sapere è:
    – se ho rielaborato un concetto che ho trovato in un libro, scrivo nella nota: Cfr.: U.Eco ecc. Se nella pagina successiva sto rielaborando(non citando tra virgolette!) un altro concetto dello stesso autore presente nello stesso libro metto nella nota Cfr.? anche se ho già introdotto il libro?

  9. Riccardo scrive:

    Si, mi spiego meglio. In pratica, pur trovando frasi e pensieri per poi modificarli inserendo conoscenze personali, mi sembra di copiarli ugualmente. Volevo sapere come avete fatto voi. Avete estrapolato e poi modificato oppure studiato e scrivendo tutto secondo quanto letto (che mi sembra alquanto difficile)?

  10. Greta scrive:

    Grazie a presto

  11. Nicola scrive:

    vi prego ho bisogno di aiuto..!ho meno di un mese x scrivere la tesi, e devo laurearmi per forza!!studio scienze del servizio sociale!
    al momento ho solo 8 libri su cui scriverla..sono pochi?voi quanti ne avete usati più o meno?e soprattutto quanto tempo avete impiegato x scriverla?avete sentito di qualkuno ke l’ha scritta in meno di un mese?aiutooo!!!!mi sono ridotta a questo punto perchè non riesco ad iniziare..nn so perchè, non sono capace, ho un blocco, è un mese che sto con la pagina bianca davanti!!!!!
    ps: inutile scrivermi di chiedere al relatore ecc perchè lo so già..!grazie!

  12. Giovanni scrive:

    Devo scrivere la mia tesi di laurea e vorrei analizzare un caso pratico di Leverage Buy Out! In Italia quali sono state le più importanti e recenti operazioni??
    A fine estate 2008 si parlava di Parmalat come candidata perfetta di LBO. Ma poi l’operazione è stata effettuata o no???
    Grazie a tutti!

  13. Michele scrive:

    Vorrei trovare un lavoro di ufficio e ben pagato, fin che non mi rimetto in sesto economicamente. Ho lavorato in passato, ma sono due anni che studio alla facoltà di medicina. Secondo voi, devo metterci gli ultimi due anni di studi nel CV oppure no? E se no cosa ci metto? E’ evidente che voglio tornare a studiare, ma non vorrei fosse così chiaro a chi mi assume. Qualche idea?
    Amelinmelina, è esattamente quello che cerco di evitare..hai colpito nel segno! Ma se è meglio non metterli…cosa cavolo ci metto?..credo che un buco di due anni non sia il massimo in un cv, considerando che mi presento come una persona dinamica…Datemi qualche idea, please!!!
    mi sembra evidente, che non tutti abbiano idea di cosa significa studiare alla Facoltà di Medicina:da lun-ven dalle 8-19 con 1/2 ora di pranzo mentre si cammina tra l’ospedale e le lezioni.Il Sab e la Dom si studia per gli esami, che SI DEVONO SUPERARE. Le ore di tirocinio che si perdono a fare gli esami si recuperano il Sabato, così come tutte le festività.Mi chiedo, come avrei potutto fare babysitting/corsi o menate di questo tipo.
    In passato ho avute esperienze lavorative a Londra in delle Investment Bank, quindi non sono l’ultima della fila. Quando intendevo un lavoro di ufficio ben pagato, non intendevo una carriera, visto che il mio fututo è già assicurato dagli studi che sto facendo. Ma, forse, questo concetto non è arrivato.
    Ringrazio,comunque, chi con esperienza di HR ritiene che gli studenti non abbiano speranze se non laureati, senza pensare alle loro importanti esperienze passate. Mi auguro, profondamente, di incontrare selezionatori piu’ illuminati nel mio futuro

  14. Vanessa scrive:

    L’anno prossimo sarà il mio 5 e ultimo anno di università (matematica). Poi vorrei fare un dottorato preferibilmente all’estero, nel nord Europa. So che è presto ma sto cominciando a guardarmi un po’ attorno..
    Chi sta facendo un dottorato (diciamo scientifico perchè magari un dottorato in lettere è diverso) o l’ha concluso da poco potrebbe gentilmente darmi qualche informazione.. In particolare, dai conoscenti che lo stanno facendo in Italia ho capito che qui da noi inizialmente non è molto diverso dalla laurea, perchè si seguono dei corsi anche se c’è più tempo per studiare. Invece guardando sulle pagine di alcuni dottorati all’estero ho notato che chiedono per l’ammissione di presentare un piano di ricerca per i tre anni. Un tantino diverso direi..perchè la matematica come immagino le altre scienze è vastissima e dopo 5 anni di università non mi sento ancora pronta per dire: nei prossimi tre anni studierò esattamente questo questo e questo e scoprirò qualcosa di nuovo in proposito.. Volevo invece fare il dottorato per approfondire un settore che mi interessa particolarmente e sotto la guida di qualcuno più esperto di me imparare a fare ricerca (perchè ancora non sono capace)

    Per favore mi scrivete che dottorato state facendo, dove, e la vostra esperienza??Grazie di cuore!!

  15. Manuel scrive:

    Ciao a tutti per un anno o piu’ non posso andare a lavorare uscendo da casa pero’ ho bisogno di avere uno stipendio per poter andare avanti. lavori seri e non truffatori da fare a casa?chi lo sta’ facendo o chi conosce qualcosa mi puo’ scrivere…grazie

  16. Leonardo scrive:

    il prof mi ha chiesto di portare uno schema dove in breve sintetizzavo i contenuti che intendo trattare nella tesi! qualcuno di voi saprebbe indicarmi i punti salienti o un sito dove posso trovare qualche consiglio? grazie

  17. Angelo scrive:

    A differenza dello studio della psicologia, il lavoro di psicologo è deprecabile.
    Per quale motivo una persona, tramite pagamento, dovrebbe ritenersi superiore ad un altro in modo tale da poter elargire consigli e aiuti?
    Lo studio delle dinamiche psichiche e sociali dovrebbe essere materia di competenza generale senza per questo creare apposito mestiere.
    Un conto è osservare i “comportamenti” delle persone e analizzarli in base a strumenti comunemente accettati e a strumenti personali non necessariamente condivisibili, scrivere libri sull’argomento e divulgare le proprie conoscenze e percezioni; altro conto è farsi pagare per ascoltare una persona ed eventualmente dargli un consiglio.
    Che cosa inutile e vergognosa.
    Credo che sia una delle più grandi violenze che siano state create dalla nostra moderna società occidentale.
    Sono pronto ad un libero dibattito, purchè esso avvenga in modo civile ed educato.
    Io leggo studio e approfondisco, anche con esperti, libri e altro materiale di psicologia, eppure non avrò mai il coraggio di chiedere soldi ad una persona per le mie conoscenze in merito.
    Se è così forte la passione e se proprio un pagamento dovvesse sussistere, dovrebbe essere lo psicologo a pagare l’altro interlocutore (non lo definisco paziente, quello avviene nella psichiatria, ed è competenza medica).
    Bilancia devi sapere che io già detesto il “lavoro”. Ho avuto la fortuna di non dover mai ricorrere a così orrido strumento di “schiavitù moderna” e non riesco a guardare positivamente a coloro che improntano la loro vita esclusivamente ad un fine economico.
    Tutto lo studio che occorre per ottenere una laurea in psicologia e il tuo evidente entusiasmo sono solo fattori che giocano in tuo favore, ma non rendono giustificabile il fine ultimo del guadagno. O perlomeno un guadagno ottenuto in siffatto modo.
    Molti lavori hanno uno scopo sociale in cui è la collettività a richiederli: progettare, costruire, instaurare leggi e risolvere controverise giudiziarie e tanti altri casi. Ma la psicologia, esattamente come la medicina, ha un fine ben superiore e gli utenti che ne usufruiscono (medici e pazienti) sono ben diversi. Non ci dovrebbe essere alcuna forma di pagamento. Non dovrebbero essere neanche considerate comune “lavoro”.

  18. Manuel scrive:

    aiutatemi è urgente!

  19. Michela scrive:

    Salve a tutti!

    Sto correggendo i due capitoli di tesi che intendo spedire entro domani al relatore per farmeli correggere…ma sono veramente a terra! Sto scrivendo in inglese (facoltà di lingue e letterature straniere), ma ho così poca esperienza che mi sembra di aver fatto davvero uno schifo pur avendoci messo l’ anima :-(. Ho il terrore delle maleparole che il relatore potrebbe riservarmi… Chiunque abbia scritto la tesi di laurea in una lingua straniera mi può dire come se l’è cavata? Riuscivate a non fare errori?

    Torno alla correzione… grazie a chi mi dirà una parolina di conforto!
    Eh, Nyssa, sto praticamente vivendo su Google XD! Il fatto è che non posso mettermi a vagliare ogni frase se voglio scrivere più di sei misere righe al giorno, capisci cosa intendo? Io ho riempito le mie 20 paginette, ora correggo quanto mi riesce, e che Dio me la mandi buona…
    Eh, Nyssa, sto praticamente vivendo su Google XD! Il fatto è che non posso mettermi a vagliare ogni frase se voglio scrivere più di sei misere righe al giorno, capisci cosa intendo? Io ho riempito le mie 20 paginette, ora correggo quanto mi riesce, e che Dio me la mandi buona…

  20. Christian scrive:

    sto iniziando a scrivere la tesi di laurea, non avendo nessuno in famiglia che abbia mai scritto una tesi, ho delle difficoltà per quanto riguarda le impostazioni ma anche per l’ inizio e per come gestire il lavoro:( parlare con il prof di questo è una grande impresa quindi chiedo aiuto a voi..
    Come margini mi hanno detto questi:
    4.7 a sx
    2.7 a dx
    3 su e giù
    interlinea doppia
    e 1.5 più spazio tra titolo e paragrafo
    Ma queste impostazioni devo anche applicarle ad frontespizio e all’ indice?
    help..potete anche risp tramite mail..grazie mille.

  21. Debora scrive:

    ho bisogno di più informazioni possibile e dettagliate su come fare!!

  22. Camilla scrive:

    Questo lunedì devo tassativamente consegnare la tesi di laurea (specialistica in giurisprudenza, dal titolo “il delitto di riciclaggio tra criminalità organizzata ed economia legale”), per laurearmi il 19 maggio, soltanto che… non ho ancora iniziato a scrivere la tesi e non ho la più pallida idea di cosa scrivere!
    Il prof mi ha detto di scrivere almeno 200 pagine!
    Mi aiutate????

  23. Valerio scrive:

    Italiano
    Questa tesi di laurea, ci presenta l’opera The Monkey King di Timothy Mo sotto una prospettiva confuciana.
    Il romanzo infatti, è permeato di etica e valori tipicamente confuciani, i quali, riportati attraverso la narrazione del giovane protagonista Wallace Nolasco, assumono via via connotati moderni e rivoluzionari.
    Sono due i rapporti che risultano essere il filo conduttore di tutto il racconto; quello tra Wallace e il suocero Mr.Poon, e tra Wallace e la moglie May Ling. Questi risultano essere consequenziali tra loro, in quanto, lungo il percorso di maturazione del giovane l’uno diventerà più importante dell’altro, ovvero non sarà più strettamente legato alla tradizione confuciana della pietà filiale, attraverso la relazione base tra padre e figlio, ma maturerà la necessità di un legame più forte con la moglie.
    Il romanzo possiede una struttura tripartita. Nella prima parte viene trattata la vita di Wallace Nolasco come genero, la sua lotta contro l’autorità di Mr. Poon, patriarca dell’intera famiglia, uomo totalmente dedito alle tradizione e principale alternativa al giovane protagonista. La seconda parte è riconducibile all’esilio di Wallace e May Ling in un villaggio rurale ai confini della città di Hong Kong; questa fase è permeata dalla graduale trasformazione morale dei personaggi e dall’ascesa di Wallace alla figura di leader della comunità e imprenditore di successo. La terza parte si conclude con il suo ritorno e la successione trionfale a Mr. Poon come patriarca e capo dell’azienda di famiglia.
    Le virtù confuciane e le tradizioni sono le tematiche principali del romanzo, che si ispira all’antico racconto Il Viaggio in Occidente (西游记 Xīyóu Jì) di Wu Cheng’en 吴承恩, sia per quanto riguarda le relazioni tra i personaggi, spesso affini, sia per la ricerca e il flusso morale che muove i due protagonisti delle diverse opere, i quali personaggi, attraverso un auto-miglioramento raggiungono la saggezza e l’illuminazione.
    Timothy Mo è presente, come autore, in tutta l’opera. Infatti appare durante la narrazione, la sua firma inconfondibile di ironia e sarcasmo, la capacità di presentare temi complessi attraverso una naturalezza e una semplicità di scrittura sempre più matura.
    The Monkey King è il primo romanzo di Mo, che ostante la sua giovane età conquisterà il Geoffrey Faber Memorial Prize.
    L’autore stesso afferma che scrivere questo racconto sulla modernità e sull’oriente, che vuole emulare attraverso alcuni personaggi le tipiche maniere occidentali, è stato fonte di un lungo ragionamento e un buon punto d’inizio per la sua carriera di scrittore.
    Critica l’oriente per le opprimenti tradizioni e lascia trasparire un forte amore per la libertà occidentale d’espressione e di creatività; allo stesso modo però trova fondamentale il senso di appartenenza ad un contesto sociale e, soprattutto, la necessità di ogni singolo individuo, di perseguire una propria etica, di ricercare i valori morali giusti e retti per potersi migliorare e poter coesistere all’interno della società moderna.

    Cinese:
    总结
    这个论文, 着眼于毛翔青的工作题为大鬧天宮, 从儒家的角度分析。
    其实, 这部小说是充满着儒家的道德观和价值观通常,其中,由于通过旁白的年轻主角华莱士诺拉斯科, 逐步采取现代化和革命内涵.
    有两个关系,是整部小说的中心思想; 一个之间的华莱士和他的父亲先生胡桐, 另一个之间华莱士和他的妻子美龄. 这些关系后果性因为, 在成熟度的年轻一个比将变得越来越重要华莱士不会是儒家的孝道传统的联系更加紧密, 通过父亲和儿子之间的关系的基础,但将累计需要一个更强有力的关系, 与他的妻子。
    小说分为三个部分: 在小说的第一部分是关于华莱士作为一个儿子的生活, 他的权力斗争当局的先生胡桐族长的家庭, 一个人完全致力于传统和主要替代年轻的主角。第二部分是由于流亡的华莱士和美龄香港附近的一个乡村; 这一阶段是逐步的道德转型的字符。
    华莱士的崛起社区的领导者和成功的企业家的身影。第三部分终结与他的凯旋归来, 他的族长继承先生胡桐一家之长。 儒家的美德和传统是小说的主要题材, 小说, 它的灵感源自古老的小说西游记写的吴承恩, 有关的字符之间的关系, 常常彼此相关上移动两位主角的不同小说的研究和道德, 哪, 通过自我改进的达到智慧和开悟。
    毛翔青, 作为一个作家, 在整个工作。 这期间出现的故事他明确无误的签名讽刺意味和挖苦, 他的能力提出的复杂问题他的能力提出复杂的问题, 撰写出更多, 更成熟的一个自然和简单。
    大鬧天宮是毛翔青的第一部小说, 尽管他的年轻男这个小说赢得谢菲路费伯纪念奖。
    笔者说写这部小说对现代性和在东放, 其中部份字元典型的西方的举止意思类似于, 一直源长久的争论, 作为一个作家, 他的职业生涯的一个很好的起点。
    笔者批评东部压迫的传统和强烈的爱, 他揭示了西方的自由的表达和创造力; 然而, 同样重要的是, 是归属感一家社会, 最重要的是, 需要为每一个人找到自己的道德, 道德价值有权寻求改善和能够共存于现代社会。

  24. Giacomo scrive:

    E’ da un mese che ho dei dubbi sulla nostra storia (che dura da circa un anno e mezzo).
    Lui è del sud ma studia a Milano, dove abito io.
    Sapevo che prima o poi sarebbe dovuto tornare giù,terminata la laurea ma, chiamatemi immatura, non mi ero resa veramente conto della portata che poteva avere una cosa del genere.
    “Trasferirmi giù, se la nostra storia dovesse continuare? Certo che sì! Non sarà una cosa facilissima ma c’è di peggio nella vita, no?”.
    E invece avevo peccato di ingenuità.. di superficialità. Un trasferimento (soprattutto da una zona del nord a una del sud) non è assolutamente uno scherzo.
    Così è da un mese che sono in crisi totale. Mi preoccupo per una cosa che inevitabilmente avverrà.
    E poi c’è un altro problema:il suo lavoro.
    Mi sento smarrita, non sapevo più dove sbattere la testa. Parlargliene? Ho tentato ieri.
    Sono andata a casa sua; lui mi diceva da tanti giorni “non mi dici mai cose dolci”. Ha ragione, è da un po’ di tempo che non gliele dico, ma i miei atteggiamenti, le carezze, i sorrisi, li faccio sempre! Io continuo a dirgli che è perchè è un periodo brutto e che oltre a dubbi su me stessa, sull’università, ho anche delle paure su di lui e sul nostro rapporto. Ho dovuto parlare: gli ho detto che in realtà io mi sento apatica NON PERCHè NON LO AMO, ma perchè il mio inconscio, senza che me ne rendo conto, sta cercando un meccanismo di difesa, cioè se lui torna giù definitivamente, io, essendo apatica “MI ILLUDO” che tra noi non va proprio tutto così bene e allora MI ILLUDO che soffrirò di meno.LO AMMETTO, HO UNA DIALETTICA PESSIMA! HO PARLATO MALISSIMO E NON VOLEVO DIRE QUELLO! Mi sono espressa molto male!
    Io volevo solo dire che ho talmente paura di quello che potrebbe succedere in futuro, che sto cercando inconsciamente di non soffrire. Ma perchè semplicemente, se gli racconto le mie paure, magari sono A LUI che possono non andar bene, quindi LUI potrebbe lasciarmi. Alla fine sto parlando di una situazione delicata in cui potrebbe succedere di tutto, sia da parte mia che da parte sua!
    Magari parlandoci potrebbe rassicurarmi e farmi rendere conto che alcune mie paure sono stupide. Non so. Ma almeno IL DIALOGO,cacchio!
    Era furente e con gli occhi lucidi. Mi ha buttato gentilmente fuori di casa. E poi ha detto:
    “Io voglio una persona che mi supporta in quello che faccio! Non che decide in base a quello che faccio”.
    Io mi aspettavo invece che avremmo parlato sul divano con calma, da persone mature. Ora, non lo accuso della sua reazione, perchè in passato una ragazza di giù lo ha lasciato perchè lui sarebbe venuto a studiare a Milano e quindi ha avuto un trauma che gli sembra di rivivere.
    Però: “voglio una persona che mi supporta in quello che faccio”. “MI SUPPORTA”. IO IO IO. Praticamente mi sta dicendo “io devo fare quello che voglio nella mia vita e quello che ritengo giusto; la mia ragazza mi deve seguire”. E i miei sogni? Le mie paure? DOVE LE LASCI?
    Già non so che lavoro voglio fare nella vita, in + dovrei mollare tutto per trasferirmi in un posto dove non ci sono possibilità.
    Con un ragazzo che sta sempre in viaggio per lavoro!
    Pensavo a quella ragazza che lo lasciò: LEI NON è STATA CATTIVA. Se lui la amava COSì TANTO come dice, perchè è venuto a studiare a Milano? Che bisogno c’era? Tanto non ha problemi lavorativi per cui deve studiare in un’università prestigiosa se no non lo assumono! Lui ha l’azienda bella e pronta! Poteva rimanere a studiare giù e farsi un erasmus, se voleva fare un’esperienza.Perchè non è rimasto giù? Per fare l’uomo di mondo?
    Io temo che la risposta sia una: perchè lui vuole fare quello che vuole, non vuole perdersi niente dalla vita, e vuole che le persone lo seguano. Ma non si fa così.
    In quanto ad esperienze non gli è mai mancato nulla! E’ stato con molte ragazze e ha sempre viaggiato tanto. Ad es, quest’estate andrà a scrivere la tesi in america per un mese.
    Io non voglio intralciare nessuno.siamo giovani e dobbiamo ritrovare noi stessi anche facendo queste cose…Però io non voglio ritrovarmi con un uomo, in futuro, che metta il lavoro davanti a me.
    Lui mi ama, lo so, ma credo ami di più le sue aspirazioni. Infatti vuole non sono prendere l’azienda di suo padre, ma anche ingrandirla ed esportarla all’estero. Siamo oggettivi, non puoi avere una famiglia, un domani, se pensi così in grande! Per carità,io ammiro le persone che si buttano in questi progetti. Ma ci sono certi progetti talmente grandi che non ti permettono di avere TUTTO dalla vita.
    Io sarò banale, sarò borghese, ma io voglio una persona che possa starmi accanto, anche fisicamente accidenti! lo so che ci sono persone che viaggiano molto ma riescono a far sentire le propria presenza anche + di altre persone, ma così è eccessivo. Ditemi cosa ne pensate, per favore :(

  25. Lucia scrive:

    Quando si stende un elaborato o una relazione con il programma Word di videoscrittura, pochi fanno uso di una funzione che è utilissima, a mio avviso; è il Thesaurus, che si raggiunge da “Revisioni”.

    Cliccando la parola interessata e poi “Revisioni indi Thesaurus”, si ha la possibilità di trovare sinonimi, contrari, termini correlati e così via…in grado quindi di abbellire il nostro scritto; sarà come un bouquet più attraente, originale e anche “profumato”.

    Se non trovate quindi la “parolina” giusta quando stendete uno scritto, provate il consiglio del nonno e scoprirete un vero segreto; avete esperienze in merito, da consigliare ai giovani?

    Con simpatia, nonno Eugenio.
    @ SuMarte; anch’io ho disattivato tutte le funzioni automatiche, ma quella funzione particolare, è di un aiuto notevole, per chi vuol dare al testo un aspetto di pregio; non dimentichiamo che lo scritto, veicola e mette in luce una buona parte della nostra personalità; nel mondo virtuale poi, come Y/A, è ancora più importante…grazie.
    @ Fiordaliso; ho notato anch’io I suoi elaborati, esposti con proprietà di linguaggio, chiarezza e sintassi corretta. C’è quindi “ordine” nel testo, con capo, corpo e coda, che veicola una mente diligente e in equilibrio e questo, alla sua “tenera” età, le fa onore; bello quel suo richiamo alla chiarezza nelle esposizioni anche su Y/A, che eviterebbe tante inutili controversie e discussioni; grazie.
    @ Mimì; ho notato la riflessione dell’ora prima, quando tutti ancora dormono; come mai è sparita una tua risposta di ieri? Grazie.
    Anche qui in campo “neutro” ti son venuti a infastidire; ma allora è proprio persecuzione!
    Bene vixit qui bene latuit; ha vissuto bene chi ha saputo stare ben nascosto.
    @ Casetta; ben volentieri, ma in privato, perchè al nonno le polemiche non piacciono proprio e nemmeno allo Staff di Y/A, che è lì col dito pronto a far partire segnalazioni, che violano le Linee Guida, a buon diritto e anche ragione, visto che siamo ospiti in casa d’altri; questo non è un tribunale e qui si parlava di un programma di videoscrittura e non d’altro, grazie.

  26. Elena scrive:

    la tesi è per la facoltà di giurisprudenza: i motivi aggiunti nel processo amministrativo.grazie anticipati

  27. Valeria scrive:

    Ciao a tutti……
    sto facendo la tesi di laurea e ho bisogno di fare alcuni grafici, i cui valori in ascissa sono in NOTAZIONE SCIENTIFICA.
    Vale a dire valori del tipo: 3 x 10^5

    con word e con excel non è possibile farli…
    più che altro perché non riconoscono come valore numerico un numero in quella notazione…
    qualcuno sa come potrei fare?
    sono grafici relativi a delle Conte Microbiche, che vanno per forza espressi in quella notazione numerica… non posso certo scrivere in ordinata valori del tipo 30000000000 oppure 250000000…
    ci vuole la potenza per forza!!

    Aiutatemi vi prego :)
    Ciao Laura, intanto ti ringrazio per l’attenzione e per averci provato!
    Sei stata gentilissima!
    Ho provato anch’io come hai detto te però non mi vengono potenze!
    Mi vengono tutti valori “strani” tipo 1,E+00 oppure 8,E-01…
    e non la notazione scientifica che mi serve :(

  28. Caterina scrive:

    ho questa grande passione, come posso fare?
    e come posso dirlo a i miei genitori?
    grazie mille in anticipo

  29. Erica scrive:

    Al momento sono in erasmus per la tesi :S (infatti mi ritrovo a fare il progetto e a scrivere la tesi in inglese da consegnare qui prima che riparto) e darò ,sempre se non ci sono problemi burocratici di riconoscimento, un esame a scelta qui! A giugno tornerò, appena prima della sessione di esami, con 2 esami da fare…l’ appello di laurea di laurea c’è il 22 luglio, il che significa che il 7 luglio devo consegnare tutto in segreteria…secondo voi ce la posso fare?!?

    Io vorrei tanto, ma la voglia per gli ultimi esami si sa quanta ne è.Aggiungeteci anche che l’erasmus e la sua vita, di certo non aiutano a stare a casa a studiare!!!

    ps per la media non mi preoccupo al momento ho 29.25 :) anche se si abbassa credo che sia sufficiente arrivare con 27.6
    ps2 gli esami sono uno tosto “progetto di macchine” e uno più semplice con il mio relatore di tesi “pianificazione energetica e territoriale” ma per il quale purtroppo il materiale che ho a disposizione per studiare è scadente!
    perchè non vedo l’ora di finire?…e perchè a settembre si sposerà mio fratello e non essendo in Italia tutta la famiglia si spostera per almeno 20 giorni…non vorrei andare là con l’ansia di una laurea!!!

  30. Lucia scrive:

    Vi piace come scrittrice? Grazie per le risposte.

  31. Daniele scrive:

    Ciao a tutti! sono Arianna, devo scrivere la mia tesi di laurea e sto cercando delle testimonianze di persone che si sono commosse o hanno provato una qualsiasi emozione di fronte ad un quadro o una qualsiasi opera d’arte (ma soprattutto dipinti)! per favore aiutatemi!! :) se qualcuno è interessato mi piacerebbe avere anche la sua mail per poter avere uno scambio di opinioni..GRAZIE IN ANTICIPO!! <3

  32. Lisa scrive:

    E qual era l’ argomento della vostra tesi?
    Mi riferisco alla tesi della Laurea triennale.
    E quanti esami vi mancavano quando avete iniziato a occuparvi della tesi (prendere contatti col professore, ricerca del materiale, ecc…)?

  33. Debora scrive:

    Mercoledì prossimo devo tassativamente consegnare la tesi di laurea (specialistica in giurisprudenza, in informatica giuridica, dal titolo “il fenomeno del trolling nei forum multimediali e nei social network”), per laurearmi il 26 maggio, soltanto che… non ho ancora iniziato a scrivere la tesi e non ho la più pallida idea di cosa scrivere!
    Il prof mi ha detto di scrivere almeno 200 pagine!
    Mi aiutate????

  34. Riccardo scrive:

    tempo +- 1 mese.
    andate a cagare…io necessito di consigli costruttivi , esempi di chi l’ha fatta ( la tesi) in pochi giorni , non di critiche.
    BC&M

  35. Debora scrive:

    é da qualche mese che sto scrivendo la tesi di laurea (triennale) compilativa con una prof.
    è capitato che, avendo avuto anche altri impegni, e siccome ho dovuto tradurre un capitolo di un libro di più di 100 pagine in inglese, per scrivere la prima parte del capitolo2 della tesi, non mi sono fatta sentire con la prof. per 4 mesi, cioè finchè non ho finito quella parte del capitolo. Successivamente ho preso un appuntamento a cui non sono potuta andare. Queste due mie mancanze hanno spazientito la prof che, da quel che ho capito da una email che mi ha mandato, preferirebbe non avere a che fare più con me, visto che non le era mai capitato uno studente che si comportasse in questo modo. A parte quello che mi ha scritto nella email ho notato la sua non disponibilità, visto che non riesce a trovare neanche 10 minuti da dedicarmi per dirmi se sto procedendo nella giusta direzione, prima delle feste di natale, in modo da non farmi perdere tempo in queste feste, e darmi la possibilità di lavorare sulla tesi, e non vuole nemmeno darmi qualche indicazione tramite email perchè ha detto che lei non è abituata a fare in questo modo. Io non metto in dubbio il fatto di aver sbagliato, la mia domanda non riguarda se la prof se la sia presa troppo o meno….
    Volevo solo un consiglio, se secondo voi mi conviene cambiare prof, mandare a pu……ne tutto quello che ho scritto ma stare più tranquilla.
    Io dovrei laurearmi il 26 febbraio, quindi devo consegnare la tesi finita il 6 febbraio, quindi mi è rimasto poco tempo. Tempo fa, parlando con il presidente di corso di laurea, mi disse di non impiegare più di 4 settimane per la tesi della triennale, avevo pensato di chiederla a lui, visto che è un prof che cerca sempre di aiutare noi studenti a laurearci velocemente. O comunque a chidergli consiglio su qualche prof che mi faccia scrivere la tesi in poco tempo. Non posso rimandare a dopo febbraio assolutamente!!

    Vi ringrazio se vorrete aiutarmi con qualche consiglio, questa situazione mi ha molto sconfortata, vi assicuro 10 Pti.

  36. Daniele scrive:

    devo scrivere una tesi di laurea ma ogni riga che scrivo mi sembra merda e cancello…
    mi chiedo se anche una persona che non si diletta abitualmente con la scrittura possa avere un blocco psicologico davanti ad una pagina bianca

  37. Simona scrive:

    Salve a tutti mi dareste un aiutino per il titolo della mia tesi di laurea? Io penserei ad un titolo che, coerentemente con linee guida del mio lavoro, inquadrasse il fenomeno della pirateria vs diritto d’autore nel contesto della rivoluzione del digitale+rete che ha investito la società tutta ed in particolare il segmento che mi interessa: quello della comunicazione e della produzione della cultura. Un grazie di cuore a chi mi risponde:)

  38. Manuel scrive:

    sto scrivendo la tesi per una triennale. qualcuno saprebbe dirmi esattamente il formato delle lettere, lo spazio a bordo pagina e lo spazio da la sciare tra una riga e l’altra?
    grazie mille

  39. Roberto scrive:

    Potrebbe essere interessante come idea? Come potrei impostarla?
    n8c4l: ti posso chiedere un’altra cosa? siccome io di tempo per preparare la tesi avrei circa 3 mesi pieni e circa 6 mesi in cui mi dovrò dividere con la preparazione degli esami, secondo te ce la farei? ci sarà un argomento interessante ma che non richieda tempi interminabili? grazie

  40. Angela scrive:

    volevo sapere una volta che ho l’argomento come procedere…? tutto su internet ? in che senso bisogna raccogliere la biografia ??
    l’argomento è la trattazione di un caso aziendale (facoltà di economia)

  41. Elena scrive:

    Ho assistito ad alcune lauree e ho notato che alcuni (non tutti) portano anche una presentazione in power point da utilizzare durante la discussione della tesi di laurea. Quello che mi chiedo è: fare questa presentazione in pp (dato che non è obbligatoria) serve a prendere un punteggio un po’ più alto oppure non incide minimamente nel voto finale? Grazie per le vostre risposte! :)
    anche la mia è una facoltà di lingue, non è obbligatoria, ma alcuni la portano, per questo mi chiedevo se dava punti in più!

  42. Angelo scrive:

    polizia giudiziaria inerenti a delitti avvenuti 30-40 anni fa? Se uno, mettiamo, dovesse scrivere la propria tesi di laurea su un argomento del genere e avesse bisogno di materiale che si trova negli archivi della polizia giudiziaria, che cosa deve fare? Sono accessibili a tutti, si deve pagare qualche cosa, bisogna fornire alla Magistratura il motivo della richiesta???

    Grazie a tutti.

  43. Jacopo scrive:

    Sto aiutando una mia amica a scrivere la sua tesi. Giusto per curiosità: voi quanto tempo ci avete messo? Io sto cercando di scriverne un terzo (un capitolo su tre) in una settimana! :-)))
    La tesi è per una laurea triennale in Scienze dell’Educazione e mi risulta che ora siano tutte di tre capitoli per un totale di 90-100 pp. Le tesi adesso non sono più così impegnative come con il vecchio ordinamento, si tratta più che altro di tesine non troppo approfondite. La tesi tratta di un noto pedagogo e io mi sto occupando del primo capitolo: vita ed opere. Ho ‘copiato’ da un libro e poi ho cominciato ad aggiungere materiale da altri. Il fatto è che – pare -ormai i professori neppure le leggano più queste tesi, nè tanto meno ti mettono in difficoltà durante la sessione di laurea…questa è l’università oggi e la colpa non è certo mia!

  44. Veronica scrive:

    Devo fare una tesi sullo sviluppo sostenibile…devo scrivere cosa è…cosa non è…ecc…oppure metterci più idee,opinioni ecc?

  45. Marta scrive:

    Salve ragazzi dovrei laurearmi a breve ed esporre la mia tesi in inglese.
    Io ho già riportato un riassunto della mia tesi in lingua inglese, ma non essendo madrelingua e non parlando l’inglese alla perfezione ho paura che ci siano degli errori, e magari potrei fare una brutta figura con la commissione in seduta di laurea! Quindi per una maggiore sicurezza se qualcuno di voi potrebbe dare uno sguardo a questo breve riassunto mi sarebbe davvero utile. Non spaventatevi xkè sono appena 3 pagine di word quindi non è lunga…non vi faccio perdere tempo.RIPETO è GIà IN INGLESE…NON DOVETE TRADURLO…MI SERVE SOLO UNA CORREZIONE VELOCE X EVITARE FIGURACCE. grazie in anticipo :)

    PS.RISPONDETEMI QUI Xò MAGARI SE MI DATE LA VOSTRA MAIL X INVIARVI IL TESTO SAREBBE MEGLIO….PREFERISCO NON PUBBLICARLO NEL WEB.

  46. Marta scrive:

    Ho dei dubbi su come impostare il rissunto della mia tesi di laurea. La relatrice mi ha solo detto che devo parlare in modo molto breve e conciso di tutti gli aspetti che sono stati trattati e che non deve essere più lungo di cinque pagine.

    Io mi chiedo se devo solo dire brevemente quali argomenti sono stati approfonditi e a quali conclusioni sono giunta cioè quello che praticamente ho già scritto nella premessa e nella conclusione della tesi oppure devo fare un riassunto di poche righe per ogni capitolo e ogni paragrafo.

    Grazie in anticipo per l’aiuto.

  47. Antonio scrive:

    Mi mancano 3 esami, non facili ma neanche impossibili…
    A luglio ho fatto 5 esami in 18 giorni, ma adesso non riesco più a concentrarmi anche se sono materie che mi interessano molto.
    Ho iniziato a scrivere la tesi, vorrei laurearmi a febbraio ma ho paura di non riuscirci. La laurea per me è l’obiettivo base nel senso che una volta raggiunto mi permetterà di raggiungerne molti altri a cui tengo ancora di più. Come potete vedere ho validi obiettivi in cui credo, dovrei avere una spinta in più, una forza di volontà assurda… ma appena apro il libro non combino nulla, forse perchè ho troppi pensieri per la testa…. che non riguardano l’università però…
    Avete qualche consiglio?

  48. Mirko scrive:

    Ciao a tutti, sono uno studente del secondo anno e voglio capire come scrivere una tesi di laurea triennale.. ho qualche idea sulla meteria da portare ma l’argomento davvero non ho idea come fare a sceglierlo!

    1) Mi interesserebbe ECONOMIA DEGLI SCAMI INTERNAZIONALI oppure una tesi in ambito STATISTICAANALISI DATI..
    Avete qualche idea su possibili argomenti da proporre?

    2) Una volta pensato all’argomeno, come muovermi? Ovvero chiedo al prof oppure sviluppo autonomamente? Chi ha gia fatto la tesi triennale mi puo dare qualche consiglio?

    VI RINGRAZIO TANTISSIMO!!!!
    aristo.. ok bel consglio.. ma leggi bene la domanda.. sto gia facendo l universita.. sn alsecondo anno.. ok nn ho specificato.. faio economia e commercio.. prò volevo un consiglio sull’argomento ella tesi.. nn sula validita delle lauree… grazie cmq..

  49. Simona scrive:

    vi siete mossi? Grazieeee

  50. Domenico scrive:

    mi mancano soltanto 2 esami più la tesi per giungere alla tanto agognata laurea specialistica…non ne posso davvero più! questi due esami sarebbero il 16 e il 28 settembre…quello de 16 è orale da 10 crediti, me lo sto leggendo piano piano, un’oretta al giorno per ora, mi manca metà di un libro da fare (circa 300 pagine altre da leggere) e il resto da imparare bene e ripetere. Quello del 28 è scritto, la teoria l’ho già studiata perchè volevo darlo ad aprile scorso, però devo preparare una tesina con un software (l’esame è di statistica) e presentarla al prof prima dell’appello. Nel frattempo per il 9 settembre devo scrivere il terzo dei 4 capitoli della mia tesi, il materiale l’ho letto, devo solo scrivere, e non mi va per nulla.
    Non so se provare entrambi gli esami a settembre, ma in questo caso dovrei per forza trascurare la tesi, oppure farmi solo l’esame del 28 (quindi iniziare a prepararlo a settembre, e ora ad agosto scrivere la tesi) e per l’altro sperare che il prof metta un appello straordinario, che al momento però non c’è!
    voi come state messi con gli esami di settembre?

  51. Giorgia scrive:

    Sono uno studente del corso di geologia al unimore di Modena ormai mi manca solo un esame e mezzo ed e da diverso tempo che cerco la tesi senza riuscire a trovare niente subito i docenti dicono sisi abbiamo l argomento e tutto poi scaricano o per la mancanza di patente tempo o altre cavolate volevo sapere se si arriva a un punto troppo estremo ci sono vie legali si puo denunciare i docenti o l universita si puo fare casino in un modo qualsiasi magari anche scrivendo un articolo sul giornale che ne so!!

  52. Mirko scrive:

    Ho bisogno di questa informazione per uno studio sulla giornalista, chi potesse aiutarmi con risposte accurate o magari anche solo con link a riguardo, avr i punti!
    grazie!!!

  53. Tommaso scrive:

    Scrivendo interamente una tesi per una seconda persona che dovr solamente firmare la sua tesi senza aver scritto una sola frase, reato oppure lecito. ci sono alcuni miei conoscenti che affermano che la prassi per lavorare in facolt, ma?

  54. Edoardo scrive:

    dovrei far capire al prof gi dalla mail che vorrei incontrarlo per chiedere la tesi ma devo essere MOLTO educata perch lui ha un sacco di laureandi e io ho una media bassina
    non ho ancora in mente l’argomento preciso e volevo chiedere consiglio al prof anche su questo…troppo?

  55. Erika scrive:

    mi aiutate?vorrei fare le etichette per i cd della tesi di laurea, le ho fatte con nero cover ma non riesco a stamparle bene, quindi vorrei provare con una altro programma…ne conoscete qualcuno?che abbia la possibilit di inserire sia immagini che testo.grazie!

  56. Noemi scrive:

    Salve a tutti,answervini.
    Ho diciannove anni e vorrei provare a pubblicare un libro. Volevo sapere che ve ne pare del prologo.
    Il libro un fantasy ambientato alla fine della seconda guerra mondiale,anche se l’ incipit si svolge all’ inizio.
    Vi prego siate clementi, sono alle prime armi.

    5|9|1939
    Raya azzard uno sguardo oltre l’ impalcatura.
    In piedi sui gradini di una fontana,un uomo si guardava intorno,gli occhi socchiusi come quelli di un gatto,come se cercasse qualcosa. O meglio,qualcuno.
    Il sangue le riboll nelle vene come olio.
    La sua mano scivol istintivamente ai fianchi,sfiorando il pugnale appeso alla cintura.
    Avrebbe voluto andare l ed ucciderlo a sangue freddo,di fronte a tutte quelle persone,ma si costrinse a rimanere immobile.
    Non era il momento adatto.
    Doveva fuggire,perch se i soldati tedeschi l’ avessero presa,lei non sarebbe mai riuscita ad ucciderlo.
    Non sarebbe mai riuscita a vendicare suo fratello.
    Infil le lunghe trecce corvine nel cappello di tweed,e si fece strada nella calca di gente. Se voleva andarsene,non doveva dare nell’occhio.
    Si allontan di qualche metro. Era quasi al limitare della piazza,quando li vide:due uomini vestiti di nero,con le braccia incrociate al petto e le pistole in mano. Imprec sottovoce.
    Lanci un’occhiata al suo nemico, e vide che le stava sorridendo.
    -Cosa ci fai qui tutto da solo,ragazzino?-
    Gli grid. Raya non fu cos sciocca da togliersi il cappello. -Non credo che questi siano affari vostri,signore.- Replic. Poi incroci le braccia dietro la schiena, per nascondere il coltello che aveva in mano. Se si fosse avvicinato…
    L’uomo scoppi in una risata gelida.
    -Il fegato non ti manca, per essere cos piccolo.-
    Prima che riuscisse a fermarsi, Raya ribatt:-io non sono affatto piccola.-
    Gli occhi dell’uomo brillarono di astuzia
    -buffo.- Comment, con voce morbida e suadente
    -hai detto piccola ma tu sei un maschio.-
    Inclin la testa di lato, scrutandola di nuovo con gli occhi semichiusi. Il suo sorriso sembrava quello di una iena pronta a divorare la sua prossima preda.
    -Sai- disse -mi ricordi molto una ragazzina che conoscevo tempo fa.-
    Raya rise,tentando di nascondere il suo nervosismo
    -le sembro forse una ragazzina tutta rosa e panna?-
    -Certo che no. Tuttavia,Raya Black,non capisco come mai tu non ti tolga quel cappello-
    Raya spalanc gli occhi,alzando finalmente la testa.
    Il sorriso dell’uomo si era trasformato in un ghigno -Trovo davvero poco educato che tu non guardi in faccia chi ti parla.-

  57. Giorgia scrive:

    Ciao a tutti, lavoro da pi di 3 anni nel call center Vodafone con contratto part time e a breve devo discutere la tesi di laurea, ho cercato sul contratto se vengono menzionati i permessi in questo caso, ma non ho trovato nulla.Al lavoro mi hanno detto che ho diritto a 3gg come per un normale esame, ma facendo brevi ricerche su internet ho visto che sono 5gg. Mi sapete dire qualcosa?Grazie mille!

  58. Michela scrive:

    ciao a tutti,
    ho un enorme problema e non so cosa fare!
    ho contattato a luglio una prof.ssa (RELAZIONI INDUSTRIALI la sua materia) perch mi facesse da relatrice per la tesi di laurea visto che dovrei laurearmi, lei dicendomi che ero in ritardo nel consultarla mi detto di scegliere un argomento, portarle un titolo, lad’ introduzione il sommario e una pagina d’introduzione.
    Ma io non so su cosa possa vertere l’argomento di una tesi di laurea ne tanto meno sceglierlo e non so che fareee.
    Ho scelto un argomento, che in linea generale sarebbe la partecipazione dei lavoratori alla vita sindacale ma non trovo libri e non so come articolarla. Sono sicura che tale mancanza solo colpa della mia poca esperienza e ho bisogno di qualche dritta!!
    GRAZIE MILLE

  59. Eleonora scrive:

    Anzi vero che la tesi di laurea non la legge nessuno? Domani la devo consegnare e mi sono appena accorta di aver sbagliato a scrivere una parola :( non so se per cambiare due fogli (perch se la cambio devo cambiare anche l’ordine) ci vuole pi di una mattinata! Premetto che gliel’avevo gi consegnata, questa una seconda copia, gli errori li ho corretti tutti! Ma ne rimasto uno :( Che figura con il prof.! Cmq tra un mese mi devo lauerare e penso che lo vedo domani quando consegno e lo rivedo tra un mese :( Che tristezza…

  60. Maria scrive:

    di ricerca? esistono tesi compilative o di ricerca e in teoria quella di ricerca vale + punti. qualcuno sa, mediamente qual’ il range di punti che pu valere?

    ps: io sono iscrita a smfn
    mi informer…era x curiosit!
    la mia tesi verr pubblicata in ambito scientifico, gi questo mi rende felicissima!!!

    -aspirante ricercatrice-

  61. Debora scrive:

    Ciao a tutti.. Io sto per finire gli esami della triennale e in questi giorni ho intenzione di andare dal docente a chiedere la tesi. L’insegnamento che avrei scelto antropologia culturale, il mio problema : Io ho dato l’esame al mio primo anno con un docente. Questo docente ha recentemente preso dei mesi di congedo e poi andato in pensione, e mi ha detto di contattare il nuovo professore per la tesi. Solo che io questo nuovo professore non lo conosco, non l’ho mai visto e non so che insegnante sia. Il dubbio : la chiedo comunque a lui, sperando di riuscire a lavorarci bene o cambio materia, accontentandomi di una che mi piaciuta meno?

  62. Michela scrive:

    Se volessi scrivere una tesi di Laurea che riguarda uno stage svolto…al quale professore mi devo rivolgere- a chi era il mio “tutor universitario”? Forse mi sono risposta da sola..
    Il punto che non saprei come sviluppare la tesi, non so che cosa dovrebe contenere esattamente.
    Accetto consigli!

  63. Dario scrive:

    mi dite come si conseguisce la laurea? mi spieg meglio XD
    una volta dati tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi cosa succede?
    in base a cosa si determina il voto di laurea?
    generalmente la testi quanto tempo prima va preparata?
    esempio: se ho la media del 27/28 potr ad ambire ad ottenere 110 e lode?
    grazie
    per quanto riguarda la tesi come funziona? cio in base a cosa si sceglie l’argomento della testi? un corso o un argomento attinente al cdl? possibile scegliere come relatore qualsiasi professore di cui ho seguito un corso o solo determinati professori?

  64. Claudia scrive:

    ciao dovrei fare la tesi una biografia su uno sportivo ke mor negli anni 80 e dovrei contattare la famiglia per sapere l’infanzia. dovrei spedire una lettera e sono indecisa di spedirla tramite prioritaria o raccomandata. voi come la spedireste?
    un’altra cosa nell’introduzione cosa devo scrivere? e nelle conclusioni ?
    grazie
    aiutatemi per favore

  65. Roberto scrive:

    di ricerca? esistono tesi compilative o di ricerca e in teoria quella di ricerca vale + punti. qualcuno sa, mediamente qual’è il range di punti che può valere?

    ps: io sono iscrita a smfn
    mi informerò…era x curiosità!
    la mia tesi verrà pubblicata in ambito scientifico, già questo mi rende felicissima!!!

    -aspirante ricercatrice-

  66. Fabio scrive:

    Ragazzi stavo lavorando sulla mia tesi di laurea e mi erano sorti dei dubbi, spero possiate essermi d’aiuto e darmi qualche consiglio. Mi trovavo esattamente a scrivere l’indice e facendo sulla tesi su una cappella di una chiesa di Verona, uno dei capitoli riguarda l’architettura in cui devo affrontare il discorso della pianta, della facciata e ovviamente dell’acrhitettura interna, Secondo voi come è meglio disporlo nell’indice, tutto sotto la stessa voce oppure facendo sotto capitoli suddividendo in esterno e interno?
    Poi un’altra cosina. La cappella che esamino ha all’interno molti dipinti. Avrei deciso di inserire come voce principale del’indice il nome dell’artista e come sottocapitolo il nome dell’opera esposta. secondo voi è brutto in questo modo?

    Esempio:

    3. NOME ARTISTA
    3.1 OPERA ESPOSTA

    4. NOME ARTISTA
    4.1 OPERA ESPOSTA
    4.2 OPERA ESPOSTA

    se mi date un vostro parere ve ne sono grata… grazie!!

  67. Antonio scrive:

    volevo sapere una volta che ho l’argomento come procedere…? tutto su internet ? in che senso bisogna raccogliere la biografia ??
    l’argomento è la trattazione di un caso aziendale (facoltà di economia)

  68. Angelo scrive:

    Io mi sono già laureata alla triennale, ma ho un grosso vuoto di memoria su come, dove e con che tempi abbia cercato tutto il materiale (libri a parte).
    Come si fa a ricercare tutti gli articoli possibili, pubblicazioni scientifiche e altro sull’argomento di cui si tratta?
    La ricerca di questi articoli è potenzialmente infinita?
    Come faccio a conoscere tutte le riviste scientifiche, italiane e non (soprattutto non) sull’argomento?

    La tesi è di Management.
    Io devo fare la bibliografia da sola.

  69. Salvatore scrive:

    Mi serve un aiuto x come fare a scrivere una tesi, grandi linee…non c’è nessuno che me lo spieghi ed io non so davvero come fare. Premetto che l’argomento da me scelto è il rapporto madre figlia.
    Ad esempio, nella poca bibliografia che x ora sono riuscita a trovare, c’è un libretto che è in pratica un’intervista a tre note donne (ua psicologa, una scrittrice, una professoressa di psicologia), le quali raccontano l’esperienza con la loro madre. Dato che questo volume mi è stato consigliato da una persona competente in materia, penso proprio sia utile ai fini della mia tesi…come dovrei “tradurre” nella mia tesi ciò che ho letto?
    Ad esempio dico…nel libro x che parla delle tre donne x, y z, ognuna racconta che xxxx….????
    Oppure una cosa del genere non va assolutamente fatta e dovrei semplicemente trarre le mie considerazioni senza parlare del libro?
    Grazie!

  70. Emanuele scrive:

    Spiego brevemente il problema.
    E’ mia intenzione chiedere la tesi in diritto penale(l’argomento l’avrei gia’ pronto,responsabilita’ penale in campo medico piu’ o meno è questo l’argomento);,ma purtroppo i tempi sono lunghi perche’ le richieste ,ovviamente, son moltissime!!ed io francamente non voglio aspettare molto.
    Mi chiedevo,in alternativa di poter richiedere la tesi in diritto del lavoro(materia con cui ho fatto la tesi di laurea della triennale ovviamente l’argomento sarebbe diverso e gia’ un argomento ce l’hoin mente )quindi mi chiedevo è possibile rifarla in diritto del lavoro ???anche se temo di no!!Grazie.
    infatti!!l’argomento della tesi in diritto penale intriga e molto anche a me hehe.Boh vedremo…il fatto è che il professore segue poco e niente poi per non parlare degli assistenti hehehhe comunque spero di poter insistere sul Penale!!Grazie-

  71. Jessica scrive:

    ciao a tutti,
    ho un enorme problema e non so cosa fare!
    ho contattato a luglio una prof.ssa (RELAZIONI INDUSTRIALI la sua materia) perchè mi facesse da relatrice per la tesi di laurea visto che dovrei laurearmi, lei dicendomi che ero in ritardo nel consultarla mi detto di scegliere un argomento, portarle un titolo, lad’ introduzione il sommario e una pagina d’introduzione.
    Ma io non so su cosa possa vertere l’argomento di una tesi di laurea ne tanto meno sceglierlo e non so che fareee.
    Ho scelto un argomento, che in linea generale sarebbe la partecipazione dei lavoratori alla vita sindacale ma non trovo libri e non so come articolarla. Sono sicura che tale mancanza è solo colpa della mia poca esperienza e ho bisogno di qualche dritta!!
    GRAZIE MILLE

  72. Lucia scrive:

    ciao dovrei fare la tesi è una biografia su uno sportivo ke morì negli anni 80 e dovrei contattare la famiglia per sapere l’infanzia. dovrei spedire una lettera e sono indecisa di spedirla tramite prioritaria o raccomandata. voi come la spedireste?
    un’altra cosa nell’introduzione cosa devo scrivere? e nelle conclusioni ?
    grazie
    aiutatemi per favore

  73. Gabriele scrive:

    Sono davvero disperata. Non riesco a stilare un indice soddisfacente per la mia tesi di laurea (vorrei trattare del satanismo acido in adolescenza con riferimento al caso delle bestie di satana).
    C’è qualcuno disposto ad aiutarmi senza chiedere un compenso?
    Chiedo solamente aiuto per l’indice..Chiunque abbia voglia di aiutarmi può scrivermi alla mail (andate sul mio profilo yahoo answer e vedrete che permetto i contatti via mail nonostante l’indirizzo sia nascosto).
    Grazie mille in anticpo.

  74. Angelo scrive:

    Devo scrivere la tesi della triennale, sono massimo 40 pagine e volevo sapere di quanti libri deve essere più o meno la bibliografia, la tesi è sul web marketing, facoltà di economia ad ancona. Qui da noi la tesi della triennale non viene nemmeno discussa e ci viene chiesto un impegno di 50 ore e i professori accettano domande di tesi più o meno effettuate 2 mesi prima della sessione di laurea. Insomma non mi sembra gli venga data molta importanza e visto che il mio relatore non è molto presente volevo sapere un parere da qualcuno che ci è passato.
    Grazie!
    Grazie della risposta …un’altra cosa ma tu più o meno quanti libri avevi consultato?

  75. Vincenzo scrive:

    Secondo voi in 4 mesi è possibile riuscire a completare un lavoro di tesi ben fatto?
    Da marzo sto lavorando ad un progetto che però si è rilevato non praticabile, ora devo ricominciare da 0 su tutt’altro argomento..secondo voi in 4 mesi ce la posso fare?
    E’ una tesi umanistica triennale
    Grazie a tutti coloro che mi risponderanno

  76. Marta scrive:

    Devo scrivere una relazione su uno stage di un anno che ho svolto presso una biblioteca. La relazione deve essere consegnata al mio prof universitario, ma ovviamente non deve essere l’equivalente di una tesi di laurea, qualcosa di più ridotto.
    Qualcuno ha qlche esempio da propormi? Una traccia da seguire?

    Vi informo che su internet ho già dato un’occhiata.
    Questi li so cercare anche io!

  77. Caterina scrive:

    Allora, vi spiego: ho scelto la materia che è economia e direzione delle imprese… e l’argomento da me scelto è il processo distributivo. Una volta scelta la materia, come si prosegue?

  78. Serena scrive:

    Ciao a tutti,
    sto scrivendo la mia tesi (eleborato finale) ed il prof mi ha chiesto di inserire 2 cose che non riesco a trovare! Uno sono i materiali e metodi per fare una tesi di rilevamento geologico.. avete qualche tesi da cui posso prendere spunto??
    L’altra è quella di inserire i diagrammi a rosa per le paleocorrenti!! Sapete dirmi dove posso trovarli??
    grazie 100000

  79. Caterina scrive:

    io ho diversi libri su cui basare gl’argomenti da trattare.. posso scrivere in parole diverse quello che viene scritto nei libri.. citando gli studi degl’autori? o fare in questo modo è plagio? perchè anche se scrivo una mia opinione su un determinato argomento questa si rispecchia con quello scritto da altri..

  80. Mattia scrive:

    ciao a tutti!
    sono una Laureanda alla Magistrale di Architettura e il tema del mio progetto di Tesi è incentrato sull’aeroporto Internazionale di Fiumicino come caso studio per realizzare spazi e servizi aggiuntivi o tuttora assenti che cambierebbero la prospettiva delle attese (brevi o lunghe tra uno scalo e l’altro) dei passeggeri!! Vorrei raccogliere quanti più pareri possibiliper avere un’idea precisa di cosa vorrebbe un viaggiatore (turista o chi viaggia per lavoro). Cosa vorreste poter fare nell’attesa di un volo? (es: leggere, sport..).

  81. Alberto scrive:

    Salve ragazzi,
    ho urgentemente bisogno di voi. Ho appena finito di scrivere la tesi di laurea e dovrei portarla in compisteria a stamparla. Ma ho ancora un ultimo problema con l’intestazione e il piè di pagina. Siccome la tesi è suddivisa in capitolo ogni capitolo ha un intestazione diversa. Quindi, vi chiedo, come si fa a mettere intestazioni diverse ai vari capitoli di un unico documento word???

  82. Gabriele scrive:

    devo scrivere una lettera al mio professore, per prendere appuntamento il giorno 13 per parlare della mia tesi. Il professore in questione questo giorno è in sessione d’esame, e non so se la mia presenza può o meno disturbare. Il prof mi ha detto che lo posso trovare quel giorno all’università e che aspetta un mio contatto in proposito..

    mi aiutate

  83. Tommaso scrive:

    per il linguaggio appropriato da usare, vi ha aiutato il relatore? avete scritto nello stesso modo in cui scrivono i docenti, saggisti, ecc…? oppure vi siete trovati un po’ in difficoltà?
    io penso che anche se una persona legge moltissimo (es 4 libri a esame), sì, sicuramente incrementa i suoi vocaboli e parla meglio, ma tra leggere tanti saggi e scriverne uno, specialmente quando ancora non siamo scrittori affermati, ci sia una differenza di portata enorme….

  84. Nicola scrive:

    Ciao ho un problema! Sono andata in una copisteria perchè dovevo stampare e rilegare la tesi di laurea e mi hanno un pò confusa con prezzi e copertine, quando io ne volevo una semplicissima!Mi hanno detto che le copie sarebbero state pronte venerdi!Tornata a casa c’ho ripensato e ho chiamato per disdire tutto e mi hanno detto che le pagine erano gia state stampate e che potevo mettere in attesa la copertina! (dopo solo 4 ore?ma le pagine non sono l’ultima cosa che si stampa?) Ora io non ho intenzione di andare a ritirarle perchè si sono dimostrati sia prima che dopo molto sgarbati!Secondo voi?Rischio qualcosa?
    Perchè non mi hanno dato tempo ne fatto vedere bene le alternative e sopratutto i prezzi, cioè io sono andata diretta perchè mi avevano già fatto vedere un volantino con le offerte, ma poi le cose erano molto diverse!sul momento mi hanno confuso e ne ho scelta una a forza ma mi sono pentita quasi subito, sopratutto parlando con altre mie amiche e sentendo le differenze di prezzo!Sono stata stupida io a confermare subito!Cavolo!

  85. Tommaso scrive:

    ciao a tutti gli studenti universitari. frequentando una triennale di lingue, come si fa per fare la domanda di tesi? a chi ci si rivolge? e quando? se per il terzo anno, l’ultimo, mi restano 7 esami +il tirocinio, come conviene organizzarli? e quando dovrei cominciare a preparare la tesi per riuscire ad iscrivermi alla laurea specialistica in ottobre? grazie in anticipo!

  86. Noemi scrive:

    ciao dovrei fare la tesi è una biografia su uno sportivo ke morì negli anni 80 e dovrei contattare la famiglia per sapere l’infanzia. dovrei spedire una lettera e sono indecisa di spedirla tramite prioritaria o raccomandata. voi come la spedireste?
    un’altra cosa nell’introduzione cosa devo scrivere? e nelle conclusioni ? e per stampare stampo solo da un lato o da tutte e due le parti?
    grazie
    aiutatemi per favore
    l’introduzione e le conclusioni sulla tesi no nella lettera.

  87. Giovanni scrive:

    Ciao a tutti, sono uno studente del secondo anno e voglio capire come scrivere una tesi di laurea triennale.. ho qualche idea sulla meteria da portare ma l’argomento davvero non ho idea come fare a sceglierlo!

    1) Mi interesserebbe ECONOMIA DEGLI SCAMI INTERNAZIONALI oppure una tesi in ambito STATISTICAANALISI DATI..
    Avete qualche idea su possibili argomenti da proporre?

    2) Una volta pensato all’argomeno, come muovermi? Ovvero chiedo al prof oppure sviluppo autonomamente? Chi ha gia fatto la tesi triennale mi puo dare qualche consiglio?

    VI RINGRAZIO TANTISSIMO!!!!
    aristo.. ok bel consglio.. ma leggi bene la domanda.. sto gia facendo l universita.. sn alsecondo anno.. ok nn ho specificato.. faio economia e commercio.. prò volevo un consiglio sull’argomento ella tesi.. nn sula validita delle lauree… grazie cmq..

  88. Irene scrive:

    mi dite come si conseguisce la laurea? mi spieg meglio XD
    una volta dati tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi cosa succede?
    in base a cosa si determina il voto di laurea?
    generalmente la testi quanto tempo prima va preparata?
    esempio: se ho la media del 27/28 potrò ad ambire ad ottenere 110 e lode?
    grazie
    per quanto riguarda la tesi come funziona? cioè in base a cosa si sceglie l’argomento della testi? un corso o un argomento attinente al cdl? è possibile scegliere come relatore qualsiasi professore di cui ho seguito un corso o solo determinati professori?

  89. Arianna scrive:

    l’ argomento già l ho scelto,ho comprato i libri,ho cercato in rete,insomma ho tutto il materiale pronto..adesso vorrei qualke suggerimento..tipo introduzione cosa scriverci e quanto deve essere lunga??o quanti capitoli??o indice dv va messo??ecc ecc..scusate le tr domande!!!

  90. Alberto scrive:

    E qual era l’ argomento della vostra tesi?
    Mi riferisco alla tesi della Laurea triennale.
    E quanti esami vi mancavano quando avete iniziato a occuparvi della tesi (prendere contatti col professore, ricerca del materiale, ecc…)?

  91. Giorgia scrive:

    Ciao a tutti.. Io sto per finire gli esami della triennale e in questi giorni ho intenzione di andare dal docente a chiedere la tesi. L’insegnamento che avrei scelto è antropologia culturale, il mio problema è : Io ho dato l’esame al mio primo anno con un docente. Questo docente ha recentemente preso dei mesi di congedo e poi è andato in pensione, e mi ha detto di contattare il nuovo professore per la tesi. Solo che io questo nuovo professore non lo conosco, non l’ho mai visto e non so che insegnante sia. Il dubbio è: la chiedo comunque a lui, sperando di riuscire a lavorarci bene o cambio materia, accontentandomi di una è che mi è piaciuta meno?

  92. Gaia scrive:

    sto scrivendo la tesi per una triennale. qualcuno saprebbe dirmi esattamente il formato delle lettere, lo spazio a bordo pagina e lo spazio da la sciare tra una riga e l’altra?
    grazie mille

  93. Beatrice scrive:

    Il mio relatore mi ha suggerito come argomento della tesi della laurea specialistica di approfondire quello della triennale.Io gli ho scritto che ero pronta ad iniziare il lavoro e lui mi ha risposto che per adesso posso iniziare a “rielaborare” la tesi di laurea triennale e che tra qualche mese lui mi darà degli altri articoli scientifici da integrare per approfondire e ampliare l’argomento.

    Secondo voi cosa intendeva con “rielaborare la tesi della triennale”?Riscrivere in altra forma?Sintetizzare?Semplicemente rileggere e ristudiare?

    Al più presto lo chiederò anche a lui,ma nel frattempo…

  94. Enrico scrive:

    Se volessi scrivere una tesi di Laurea che riguarda uno stage svolto…al quale professore mi devo rivolgere- a chi era il mio “tutor universitario”? Forse mi sono risposta da sola..
    Il punto è che non saprei come sviluppare la tesi, non so che cosa dovrebe contenere esattamente.
    Accetto consigli!

  95. Monica scrive:

    Ciao, com’è andato l’esame per la tesi di laurea?
    Di quante pagine era la vostra tesi?
    Come si compone una tesi?
    Come si svolge il dibattito della tesi?
    Qual’è stata la vostra facoltà?
    Grazie mille!

  96. Alberto scrive:

    Sto per iniziare a scrivere la tesi di laurea specialistica/magistrale. Per ora mi sono trovato molto bene con un professore che per altro ha la cattedra nello stesso ambito in cui mi vorrei laureare io, però è un professore associato e non uno di ruolo. Che differenza c’è? Gli si possono chiedere le tesi? E’ vero (lo chiedo SOLO per ignoranza) che un professore associato, non essendo di ruolo, generalmente è sconsigliato per chi vuole sostenere una tesi seria avanti ad una commissione di professori ordinari?

  97. Mattia scrive:

    Ciao a tutti,
    la mia relatrice mi ha chiesto due pagine in formato A4 per presentarle il progetto di tesi in modo formale (ne abbiamo già parlato in maniera informale). Non avendo mai fatto una tesi mi trovo veramente in difficoltà. Devo scrivere la presentazione come se fosse una lettera alla mia relatrice oppure in terza persona? Devo scrivere TUTTI i passi che ho intenzione di effettuare o fare una sorta di sunto? Qualcuno che ha già fatto questo nella preparazione della propria tesi mi può far sapere? Grazie

  98. Giada scrive:

    di quante pagine deve essere? mi domando, non è facile elaborare testi da sola… è possibile fare qualche copia ed incolla di file immagino no?
    mi riferisco ad una tesi di laurea quinquennale… grazie :)

Lascia un commento